Ristrutturazioni: obbligo comunicazione Enea per lavori che riducono i consumi energetici

Pubblicato il Pubblicato in Energia, Studio Eubios News

– A cura di Alessandro Mosele

ristrutturazioniTra le novità sulle ristrutturazioni introdotte dalla Legge di bilancio 2018 (Legge n. 205 del 29 dicembre 2017) c’è anche questo nuovo obbligo: per ottenere la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazioni edilizie terminati nel 2018 sarà necessario inviare una comunicazione all’Enea, analogamente a quanto già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici. L’obiettivo evidentemente è quello di monitorare il risparmio energetico che può derivare da un intervento di ristrutturazione e avere un quadro completo dello stato del patrimonio edilizio.

ENEA sul portale dedicato alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico precisa che limitatamente alla trasmissione dei dati per gli interventi di ristrutturazione edilizia che accedono al bonus casa – detrazioni 50% (da non confondere con l’ecobonus del 50%-65%) terminati nel 2018 che comportano riduzione dei consumi energetici, l’ENEA è in attesa di specifiche indicazioni da parte delle istituzioni di riferimento.

Ritengo in conclusione che, al momento attuale, sia conveniente, quando possibile, inquadrare gli interventi di ristrutturazione come risparmio energetico, per cui è già nota e collaudata la procedura di invio della comunicazione ad ENEA.

Nota relativa alla fatturazione.
Non ci sono modifiche in merito. Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale (anche “on line”), da cui risultino:
– causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986);
– codice fiscale del beneficiario della detrazione;
– codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

 


Per approfondimenti:

Consulta altri articoli qui:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *